Un bolide sulla pianura padana

Ieri sera (22 marzo) alle 23 e 19 circa un bolide, di probabile origine cometaria  ha illuminato i cieli della nostra Regione. È stato preso da diverse stazioni osservative ottiche della rete italiana,  PRISMA, e anche da quella francese FRIPON.

Noi non abbiamo ottenuto immagini in visuale, ma il nostro rilevatore di “radiometeore” ne ha colto la traccia.

Il picco di segnale che si vede nell’ìmmagine mostra il momento in cui il nostro ricevitore radio, tarato su 143,5 Mhz, ha captato il segnale emesso da un radar meteorologico situato nei pressi di Digione, in Francia. Normalmente non è possibile ricevere il segnale trasmesso da questa sorgente perché, per via della grande distanza, si trova oltre l’orizzonte.

Al passaggio di una meteora di grandi dimensioni, nel cielo che ci separa dai cugini d’oltralpe, il campo elettromagnetico generato dal corpo celeste che attraversa l’atmosfera a grande velocità trasforma l’aria ionizzata in uno “specchio” che riflette le onde radio (a circa 40/ 50km di altitudine). In questo modo, rimbalzando sulla coda della “stella cadente”, il segnale del radar francese raggiunge la nostra antenna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *