Incontro ravvicinato

Mercoledì pomeriggio, verso le sei, la stazione spaziale internazionale è passata per l’ennesima volta sopra le nostre teste. Questa volta però il passaggio era in una posizione tale per cui per alcuni istanti la sagoma della stazione si è stagliata sul disco solare.

Alessandro Marchetti ha realizzato un video a testimonianza di questo passaggio e ci fa piacere condividerlo con tutti voi.

Riuscire a cogliere un evento così curioso non è facile. La ISS orbita attorno alla Terra ad un’altezza media di 400km e ad una velocità al suolo di oltre 27.000km/h, dunque l’osservatore che voglia vederla passare esattamente sopra il disco solare, a causa dell’effetto di parallasse, deve trovarsi in una zona geografica precisa. Per il passaggio di mercoledì tale zona è illustrata nell’immagine qui accanto. La fascia evidenziata in rosa segnala le zone entro le quali era possibile vedere la ISS incrociare il sole. Per riferimento, il cerchio verde tratteggiato ha un diametro di circa 30km.

Mappa del transito della ISS stazione spaziale internazionale – 7 giugno 2017

Dalla pagina che abbiamo dedicato alla stazione spaziale internazionale è possibile seguire il percorso della navicella e guardare tramite le telecamere installate a bordo quello che gli astronauti che la abitano possono vedere in questo momento.

Visto il video? Corre parecchio, eh? Per aiutare nel riconoscimento della ISS, ecco un montaggio di alcuni frame del filmato in cui è possibile notare, oltre alla sagoma della stazione spaziale, anche una macchia solare.

Fare clic sull’immagine per ingrandire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *