Atmosfera molto mossa

Ieri pomeriggio a San Giovanni c’era un bel vento forte, con raffiche che hanno quasi raggiunto i 50km/h, il massimo registrato dalla nostra stazione dall’inizio dell’anno. Avessimo il mare, ci saremmo potuti aspettare dei bei cavalloni. Ma a ben guardare…

Nell’immagine inviata a terra dal satellite Meteosat possiamo notare delle formazioni nuvolose piuttosto caratteristiche, molto simili per forma alla schiuma delle onde che siamo soliti notare dalla spiaggia. In effetti siamo di fronte alla manifestazione di un fenomeno noto come “onda di gravità“. Esattamente come succede per le onde del mare, in questo caso il vento ha increspato l’atmosfera, passando sopra la catena degli Appennini.

Lo stesso fenomeno si manifesta anche su pianeti lontani da noi. Nell’immagine sotto, un fronte nuvoloso deformato dall’onda di gravità, sul pianeta Venere.

Nuvole generate da onda di gravità osservate nell’atmosfera di Venere.

Le dimensioni dell'”increspatura” in questo caso sono davvero enormi, a causa dei venti molto forti che caratterizzano l’alta atmosfera venusiana, che possono facilmente raggiungere punte di 350km/h. In più, le nubi sono formate da vapori di acido solforico e non d’acqua. Non proprio il posto ideale per una vacanza rilassante.

(immagine “di copertina”: NASA/GSFC/LaRC/JPL, MISR Team)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *